Benvenuti nello Shop ON-LINE di SvapoCafè
informiamo che il sito tratta prodotti acquistabili
solo da utenti MAGGIORENNI.

vietato-18-nicotina.jpg

Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Pagamento

Categorie

Riconoscimento alla sigaretta elettronica

Riconoscimento alla sigaretta elettronica

Ministero della salute: Riconoscimento alla sigaretta elettronica

Finalmente dopo tanto tempo dalla sua apparizione sui mercati europei, arriva un primo importante riconoscimento sul fatto che l’utilizzo della sigaretta elettronica riduce notevolmente il rischio fumo, e fornisce al contempo un grosso aiuto, a tutte quelle persone che vogliono un supporto, soprattutto psicologico, per disintossicarsi definitivamente dal tabacco.

È questa la conclusione a cui è giunto un gruppo di lavoro GARD-Italia, voluto direttamente dal ministero della salute, e coordinato dai dirigenti Daniela Galeone, Giovanna Laurendi e Lorenzo Spizzichino.

Il report pubblicato, che si basa su un lungo studio, sottolinea come l’utilizzo dell’elettronica a posto delle bionde tradizionali supporta l’astinenza in quanti hanno deciso di dire basta con le sigarette tradizionali, facendolo si ottiene un vantaggio in termine di abbassamento dei rischi dovuti all’esposizione dal fumo, e di conseguenza si ottiene un grosso vantaggio per la salute del fumatore.

La conclusione è stata commentata positivamente dal Massimiliano Mancini, presidente di Anafe, l’associazione nazionale produttori fumo elettronico, il quale a margine di un convegno si è detto soddisfatto del fatto che finalmente si riconosce la valenza di uno strumento, che abbatte notevolmente i rischi di malattie polmonari, uno strumento che fino a questo momento era stato delegittimato finanche da parte del Ministero della Salute, probabilmente a causa della grossa perdita economica che il suo utilizzo ingenera, soprattutto in termine di tasse.

Alla stessa conclusione è giunto il professor Fabio Beatrice, il quale a sua volta pone l’evidenza sul fatto che la sigaretta elettronica, con il suo nuovo modo di permettere l’assunzione della nicotina, elimina le problematiche mediche dovuti alla combustione, e abbatte notevolmente i rischi soprattutto relativamente al monossido di carbonio, componente che nell’elettronica viene completamente azzerato, l’affermazione risulta altresì importante in relazione al ruolo ricoperto dal professor Beatrice, che allo stato attuale è responsabile del Centro Antifumo dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino.

Il report ministeriale è il primo riconoscimento positivo da quando l’elettronica è apparsa sul mercato, un apparizione che ha aiutato migliaia di fumatori tradizionali ad allontanarsi dal tabacco tradizionale.